Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it
Mediexplorer.it

Somministrazione preoperatoria di Bevacizumab in pazienti con retinopatia diabetica proliferante sottoposti a vitrectomia


È stato valutato l'intervallo ottimale di somministrazione intravitreale di Bevacizumab ( Avastin ), preoperatoria, in soggetti diabetici sottoposti a vitrectomia via pars plana ( PPV ) per gravi manifestazioni di retinopatia diabetica proliferante attiva ( PDR ) in uno studio clinico randomizzato.

156 pazienti con complicanze correlate a retinopatia diabetica proliferante che richiedevano vitrectomia via pars plana sono stati randomizzati in modo prospettico in uno di due gruppi di trattamento: il gruppo A ha ricevuto Bevacizumab intravitreale preoperatorio ( 2.5 mg / 0.1 ml ) 1-3 giorni prima della vitrectomia via pars plana, mentre il gruppo B ha ricevuto Bevacizumab intravitreale preoperatorio (2.5 mg/0.1 ml) 5-10 giorni prima della vitrectomia via pars plana.

L'esito primario era rappresentato dalla migliore acuità visiva corretta ( BCVA ) a 6 mesi di follow-up.
Le misure di esito secondarie erano il tempo di intervento intraoperatorio, le complicanze intraoperatorie, le complicanze postoperatorie e l'incidenza di vitrectomia via pars plana non pianificata a 6 mesi di follow-up.

125 soggetti sono stati sottoposti a vitrectomia via pars plana e hanno completato l'intervallo di follow-up di 6 mesi.

I pazienti del gruppo B avevano una migliore acuità visiva corretta finale migliore ( P=0.033 ) e avevano meno probabilità di presentare una complicazione postoperatoria ( P=0.018 ) rispetto ai pazienti del gruppo A.

La differenza media nella BCVA finale tra i gruppi è stata di 0.22 logMAR ( P=0.017 ).

Il gruppo A ha avuto 3.90 volte ( P=0.046 ) in più di probabilità di perdere una o più linee logMAR della migliore acuità visiva corretta finale rispetto al gruppo B.

Non ci sono state differenze significative tra i gruppi di trattamento per quanto riguarda le caratteristiche di base, il tempo di chirurgia intraoperatorio, le complicanze intraoperatorie e l'incidenza di vitrectomia via pars plana non-pianificata durante l'intervallo di studio.

In conclusione, lo studio clinico randomizzato ha dimostrato migliori risultati postoperatori a 6 mesi quando i soggetti hanno ricevuto Bevacizumab intravitreale preoperatorio 5-10 giorni prima della vitrectomia via pars plana, rispetto a 1-3 giorni per il trattamento delle complicanze correlate alla retinopatia diabetica proliferante. ( Xagena2017 )

Castillo J et al, Am J Ophthalmol 2017; 183: 1-10

Oftalm2017 Farma2017


Indietro