Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase
XagenaNewsletter

I cambiamenti microvascolari possono predire l’insorgenza di glaucoma


I cambiamenti nei vasi sanguigni a livello oculare potrebbero rappresentare un segnale di avvertimento precoce di glaucoma.

In un ampio studio prospettico, il restringimento arteriolare retinico al basale è risultato associato ad un aumentato rischio di glaucoma ad angolo aperto nel corso di 10 anni.
Tuttavia, non è chiaro se i cambiamenti fanno parte delle cause alla base della malattia o parte della sua normale progressione.

Scoprire le alterazioni vascolari a livello oculare potrebbe consentire un precoce intervento prima del presentarsi del danno al nervo ottico.

Lo studio prospettico, osservazionale, Blue Mountains Eye Study, ha esaminato 2.417 persone per un decennio.

I ricercatori hanno utilizzato un programma computerizzato per misurare i calibri dei vasi retinici nelle fotografie della retina al basale ( arteria centrale retinica o vene equivalenti [ CRAE o CRVE ].

Nel corso del periodo osservazionale di 10 anni, 82 persone hanno sviluppato glaucoma ad angolo aperto in 104 occhi.

In un'analisi multivariata, aggiustata per età, sesso, storia familiare di glaucoma, fumo, diabete mellito, alti valori pressori e ipercolesterolemia, un restringimento CRAE ( equivalente della arteria retinica centrale ) al basale era associato a un più alto rischio di glaucoma incidente.
In particolare, per ogni diminuzione della deviazione standard nel CRAE, l'odds ratio ( OR ) aggiustato è stato pari a 1.77 ( p=0.014 ).

L'associazione è rimasta significativa dopo aggiustamento per la pressione intraoculare o per la pressione di perfusione oculare, rispettivamente, con un odds ratio di 1.87 e 1.76, per ogni deviazione standard di CRAE.

Rispetto agli occhi nel quartile più alto del calibro arteriolare, quelli nel quartile più basso presentavano un aumento del rischio di glaucoma di circa 4 volte dopo aggiustamento per tutti i fattori di rischio tra cui la pressione intraoculare ( OR=4.34; P=0.033 ).

Non è stata invece osservata alcuna associazione indipendente tra CRVE ( equivalente di vena retinica centrale ) e il rischio di glaucoma. ( Xagena2013 )

Fonte: Ophthalmology, 2013



Oftalm2013



Indietro