Xagena Mappa
Medical Meeting
Neurobase.it
XagenaNewsletter

Gestione del melanoma irideo con radioterapia con placche radioattive a base di Iodio-125: impatto del glaucoma correlato al melanoma sugli esiti


Uno studio ha valutato gli esiti di melanoma dell'iride gestito con radioterapia con placche sulla base della presenza o assenza iniziale del glaucoma.

Lo studio retrospettivo, comparativo, ha coinvolto 144 pazienti.
È stata impiegata la radioterapia con placche di Iodio-125 alla dose di 8000 cGy all’apice del melanoma utilizzando l'applicazione transcorneale.

Le principali misure di esito sono state il controllo del tumore e le complicanze correlate al trattamento.

Su 144 pazienti con melanoma del iride, il glaucoma era presente alla visita iniziale in 58 soggetti ( 40% ).

Le cause della pressione intraoculare elevata includevano infiltrazione dell’angolo iridocorneale da parte del melanoma in 50 pazienti ( 86% ), neovascolarizzazione del angolo iridocorneale in 4 pazienti ( 7% ) e ifema in 4 pazienti ( 7% ).

Alla presentazione, gli occhi che hanno mostrato melanoma dell’iride con glaucoma ( vs assenza di glaucoma ) hanno avuto statisticamente più probabilità di presentare tumore dell’angolo irideo ( 66% vs 43% ), con spessore minimo ( 1.9 vs 2.9 mm ) e melanoma disseminato nello stroma ( 7 vs 3 quadranti ) e angolo dell’iride ( 5 contro 2 quadranti ).

La radioterapia con placche è stata effettuata in tutti i casi.

Le stime di Kaplan-Meier a 7 anni post-trattamento non hanno evidenziato differenze statisticamente significative nei risultati di recidiva locale (14% vs 15% ), enucleazione ( 14% vs 11% ) o metastasi ( 2% vs 0% ) confrontando gli occhi con e senza glaucoma.

Di tutto il gruppo, l’analisi multivariata per i fattori predittivi di recidiva ha incluso la irradiazione del segmento anteriore parziale ( vs completa ) e glaucoma postradioterapia.

I fattori legati alla enucleazione hanno incluso diabete mellito, scarsa acuità visiva iniziale, maggiore dose di radiazioni all'apice del tumore e ricorrenza del tumore.

Non sono emersi fattori predittivi di metastasi.

In conclusione, la radioterapia con placche radioattive a base di Iodio-125 fornisce un controllo adeguato per il melanoma dell'iride con un basso potenziale metastatico a 7 anni ( 1% ).
Il melanoma dell’iride con glaucoma secondario ha mostrato una significativa maggiore probabilità di tumore piatto con diffusione all’iride e all’angolo e nessuna differenza negli esiti rispetto agli occhi senza glaucoma. ( Xagena2013 )

Shields CL et al, Ophthalmology 2013; 120: 55-61

Oftalm2013 Onco2013 Farma2013



Indietro