Xagena Mappa
Medical Meeting
Xagena Salute
Pneumobase.it

Aspetto di lesioni polipoidali in pazienti con vasculopatia polipoidale coroideale mediante angiografia tomografica a coerenza ottica swept-source


La vasculopatia polipoidale coroideale ( PCV ) è una delle principali cause di perdita della vista in tutto il mondo, in particolare in Asia, e la comprensione adeguata delle strutture nella vasculopatia polipoidale della coroide precedentemente descritte come lesioni polipoidali è importante per comprendere la loro patogenesi, diagnosi e prognosi.

Sono state riportate le caratteristiche morfologiche delle lesioni polipoidali e la loro associazione con le reti vascolari ramificate ( BVN ) negli occhi con vasculopatia coroideale polipoide usando l'angiografia tomografica a coerenza ottica swept-source ( SS-OCTA ).

Lo studio osservazionale trasversale ha incluso 20 partecipanti reclutati dal Shanghai General Hospital con una diagnosi di vasculopatia coroideale polipoide basata sulla presenza di punti focali iperfluorescenti sull'angiografia con verde di indocianina ( ICGA ).
I dati sono stati raccolti nel periodo 2017-2018.

Le lesioni polipoidali negli occhi con vasculopatia coroideale polipoide sono state caratterizzate usando l'imaging multimodale che includeva fotografia del fondo, angiografia con fluoresceina, ICGA, SS-OCT e SS-OCTA, e le immagini sono state allineate anatomicamente.
Lo spessore coroidale sottofoveale è stato misurato manualmente come distanza tra la membrana di Bruch e l'interfaccia sclerocoroidale sulle immagini SS-OCT.

Dei 20 pazienti asiatici, 5 ( 25% ) erano donne e 15 ( 75% ) erano uomini. L'età media era di 61.1 anni e l'acuità visiva media logMAR era 0.358 ( equivalente di Snellen, 20/50; 20/40 ).
23 occhi sono stati sottoposti a imaging e sono stati diagnosticati con vasculopatia coroideale polipoide.

L'angiografia con verde di indocianina ha identificato 43 lesioni polipoidali e tutte corrispondevano alle strutture che apparivano come gruppi di vasi aggrovigliati nelle immagini SS-OCTA.
Inoltre, SS-OCTA ha rilevato 16 strutture vascolari aggrovigliate non-visibili all'ICGA.
Reti vascolari ramificate sono state rilevate all'imaging SS-OCTA in tutti gli occhi, ma l'ICGA ha identificato la rete vascolare ramificata solo in 17 occhi su 23 ( 74% ).
Delle 43 strutture vascolari aggrovigliate, 40 ( 93% ) erano situate ai margini di una rete vascolare ramificata e 3 ( 7% ) erano associate a neovascolarizzazione di tipo 2.

Negli occhi con vasculopatia coroideale polipoide sottoposti a imaging SS-OCTA, le lesioni polipoidali precedentemente descritte possono apparire come strutture vascolari aggrovigliate associate a rete vascolare ramificata o neovascolarizzazione di tipo 2.
L'identificazione di lesioni polipoidi in pazienti con vasculopatia coroideale polipoide come grovigli neovascolari piuttosto che lesioni polipoidali effettive o dilatazioni aneurismatiche può aiutare a facilitare la comprensione della loro patogenesi e la risposta al trattamento. ( Xagena2019 )

Bo Q et al, JAMA Ophthalmol 2019; 137: 642-650

Oftalm2019



Indietro